In Bacheca

MORMANNO - IL PASTIFICIO D'ALESSANDRO STORIA E MEMORIA
Mercoledì 21 Aprile 2021
EDIZIONE AGEMA S.P.A. MILANO - AGOSTO 2020 La ricerca descrive le varie vicende della mirabile vita di “Don Salvatore”, ripercorrendo la storia... Leggi tutto...
Mormanno (Murumannu) nei secoli XVII e XVIII
Lunedì 22 Marzo 2021
Mormanno (Murumannu) nei secoli XVII e XVIII Questa mia ricerca ripropone alcuni dei momenti cruciali nella storia d’Italia, della Calabria e... Leggi tutto...
Da Poesie inedite: Corpose ombre
Mercoledì 14 Ottobre 2020
  Corpose ombre A volte di tristi pensier lampi affranto mio còr, molesti, van lacerando. Di smarriti sogni spesso beffardi... Leggi tutto...
Ricordo di Don Franco Perrone
Lunedì 13 Aprile 2020
    Ricordo di Don Franco Perrone Eri un ragazzino vivace, nei giochi tra noi, figli del popolo, al vicinato, curioso del mondo. Poi ci perdemmo... Leggi tutto...
Da Poesie Inedite: A La Carpinìta
Sabato 11 Aprile 2020
  A La Carpinìta Da lu pònti di li francìsi ‘na vijaréddhra va a la Carpinìta, e ijégu, già da quathràru, pi’nàvuthra... Leggi tutto...
Mormanno (Murumannu) nei secoli XVII e XVIII
Questa mia ricerca ripropone alcuni dei momenti cruciali nella storia d’Italia, della Calabria e soprattutto di Mormanno nei secoli XVII e XVIII..
Il lavoro da me condotto sulle esperienze più importanti vissute da una piccola comunità meridionale, un “microcosmo” quindi, in concomitanza con le vicende calabresi e nazionali, offre l’opportunità, al Lettore che ne abbia voglia, di giudicarle in linea o divergenti da quelle.
Ho inteso, nella prima parte di questa ricerca, introdurre tante opinioni di Storici, che hanno espresso motivati giudizi negativi sulla Calabria del ‘600 e ‘700, proprio per contrapporvi il positivo sviluppo civile ed economico di Mormanno in questi 2 secoli.
Secoli caratterizzati per lo più dalla “Concordia ordinum” (tra Sindaci, Vescovi, Poteri Feudali) che ha fatto sì che la cittadina non subisse la morsa della “crisi”regionale, ma invece non ne fosse contagiata.
Ho poi evidenziato il grande fervore religioso di questa comunità, in grado di sostenere economicamente non solo gli obblighi verso il Vescovo Barone ed il Feudatario, ma una pletora di religiosi (ben oltre 100/130 tra Sacerdoti e Monaci francescani, agostiniani, ecc) con 5 o 6 Chiese, oltre la Matrice, utilizzate a tempo pieno da Sacerdoti e chierici, ed ancora (cosa strabiliante per un paesino) un Convento francescano ed uno agostiniano, su una popolazione comunque in crescita in questi secoli, ma sempre intorno a 3/4.000 anime.

Ultimo aggiornamento (Martedì 18 Maggio 2021 11:05)