Ultimi Commenti
  • Grazie! Grande articolo, non sempre si trovano per... Leggi...
    29.07.15 06:45
  • Gentilissimo prof Crea,vorrei contattarla per dell... Leggi...
    01.01.14 22:17
  • Sempre più sorprendente ...ancora una volta grazie... Leggi...
    21.11.13 15:58
  • gran bell'articolo, davvero interessante Leggi...
    20.12.09 10:58

In Bacheca

Curiosità: la"Legenda Aurea" di Jacopo da Varagine
Sabato 12 Ottobre 2019
JACOPO DA VARAGINE: LEGENDA AUREA la sacralizzazione del tempo   La Legenda aurea è un’opera di Jacopo da Varagine (1228-1298) dapprima frate... Leggi tutto...
Mormanno e il suo dialetto (con filmato)
Venerdì 22 Agosto 2014
Mormanno e il suo dialetto Còsi cuséddrhi, canzùni, muttètti, dìtti, pruvèrbi: tùtta rròbba di Murumànnu. Presentato presso la Biblioteca... Leggi tutto...
Ricordo di Leonardo Sciascia nel trentennale della morte (1989)
Giovedì 14 Novembre 2019
Ricordo di Leonardo Sciascia, nel trentennale della morte (1989)   1921: Leonardo Sciascia nasce a Racalmuto, un paese della provincia d'Agrigento,... Leggi tutto...
Poesie su OTTOBRE
Lunedì 21 Ottobre 2019
Sole d’Ottobre …….Non più grano, né frutti ha ormai la terra da offrire. Sta limpido l'Autunno sul riposo dell'anno... Il fisso azzurro,... Leggi tutto...
Ricerca su GIOVANNI DONADIO
Martedì 15 Ottobre 2019
  UNA MIA INIZIALE RICERCA SU GIOVANNI DONADIO, DETTO IL MORMANDO   ~ dalla sua patria Mormanno in provin¬cia di Cosenza. Nel fervore di... Leggi tutto...

Da Coscienza storica – Marco Editore – Lungro – N.4/6 – 1992
Recensione del libro :

ANGELO MASCI
Discorso sugli Albanesi del regno di Napoli
ed. Marco, Lungro 1990

La quarta edizione del Discorso di Angelo Masci, pubblicata dall'Editore Marco nella collana "Nuova Arberia" con una significativa e pregnante introduzione dello stesso Marco, rappresenta anzitutto un validissimo strumento di conoscenza delle vicende storiche, sociali, economiche e politiche degli Albanesi e delle popolazioni arbreshe della Calabria, non solo per le giovani generazioni di quella comunità, ma anche per coloro che, nonostante lunga e consolidata frequentazione di luoghi e di persone, di quel mondo non sempre hanno avuto vera ed approfondita conoscenza.

Nell'introduzione Marco esprime la preoccupazione per il futuro della comunità e mette in guardia i giovani dell'Arberia (ma anche i giovani calabresi) dal seguire i vuoti miti del Capitalismo e del consumismo, vieppiù amplificati dai media, che esercitano un richiamo fuorviante e deleterio, perchè privo di qualsiasi sostrato culturale, sui giovani meridionali.

Di qui la necessità di ricordare e non disperdere la propria origine e la propria storia.

Ma Marco non può essere annoverato tra i laudatores temporis acti. Egli lucidamente individua nella figura di Masci un' intellettuale autentico del Mezzogiorno. Da questa impostazione scaturisce il messaggio di guardare i problemi della minoranza oltre ogni rappresentazione oleografica,e comunque mai disgiunti dalla problematica generale del Mezzogiorno.

Ultimo aggiornamento (Martedì 13 Ottobre 2009 11:22)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna