Ultimi Commenti
  • Grazie! Grande articolo, non sempre si trovano per... Leggi...
    29.07.15 06:45
  • Gentilissimo prof Crea,vorrei contattarla per dell... Leggi...
    01.01.14 22:17
  • Sempre più sorprendente ...ancora una volta grazie... Leggi...
    21.11.13 15:58
  • gran bell'articolo, davvero interessante Leggi...
    20.12.09 10:58

In Bacheca

Curiosità: la"Legenda Aurea" di Jacopo da Varagine
Sabato 12 Ottobre 2019
JACOPO DA VARAGINE: LEGENDA AUREA la sacralizzazione del tempo   La Legenda aurea è un’opera di Jacopo da Varagine (1228-1298) dapprima frate... Leggi tutto...
Mormanno e il suo dialetto (con filmato)
Venerdì 22 Agosto 2014
Mormanno e il suo dialetto Còsi cuséddrhi, canzùni, muttètti, dìtti, pruvèrbi: tùtta rròbba di Murumànnu. Presentato presso la Biblioteca... Leggi tutto...
Ricordo di Leonardo Sciascia nel trentennale della morte (1989)
Giovedì 14 Novembre 2019
Ricordo di Leonardo Sciascia, nel trentennale della morte (1989)   1921: Leonardo Sciascia nasce a Racalmuto, un paese della provincia d'Agrigento,... Leggi tutto...
Poesie su OTTOBRE
Lunedì 21 Ottobre 2019
Sole d’Ottobre …….Non più grano, né frutti ha ormai la terra da offrire. Sta limpido l'Autunno sul riposo dell'anno... Il fisso azzurro,... Leggi tutto...
Ricerca su GIOVANNI DONADIO
Martedì 15 Ottobre 2019
  UNA MIA INIZIALE RICERCA SU GIOVANNI DONADIO, DETTO IL MORMANDO   ~ dalla sua patria Mormanno in provin¬cia di Cosenza. Nel fervore di... Leggi tutto...

Terremoto a Mormanno


Subitamente amata terra trema

e intorno, l’aria pur, tutto si move,

poi per sangue rappreso dalle

viscere nodo in arsa gola sale

e suo battito il còre già smarrisce.

Avite angosce leste t’attanagliano

e, immoto, dei tuoi cari la sorte

già paventi, ma ancora inerte stai,

alfin torpida mente si riaccende e vai.

Tragica, orrenda fase, pur esperita o nova,

“ che ‘ntender non la può chi no la prova” 1.

Tante scosse avvertite in settant’anni,

non la più forte per poco evitata, ma

in video e dai racconti da tanti Amici

nel còr quasi vissuta e ormai assorbita,

“e se da lunge i miei tetti saluto, sento” 2

le vostre angosce e pur io me ne dolgo.




1Alighieri Dante - Vita Nova: Tanto gentile e tanto onesta pare

2Foscolo Ugo - Sonetti : In morte del fratello Giovanni

Ultimo aggiornamento (Venerdì 02 Novembre 2012 20:12)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna