In Bacheca

MORMANNO - IL PASTIFICIO D'ALESSANDRO STORIA E MEMORIA
Mercoledì 21 Aprile 2021
EDIZIONE AGEMA S.P.A. MILANO - AGOSTO 2020 La ricerca descrive le varie vicende della mirabile vita di “Don Salvatore”, ripercorrendo la storia... Leggi tutto...
Mormanno (Murumannu) nei secoli XVII e XVIII
Lunedì 22 Marzo 2021
Mormanno (Murumannu) nei secoli XVII e XVIII Questa mia ricerca ripropone alcuni dei momenti cruciali nella storia d’Italia, della Calabria e... Leggi tutto...
Da Poesie inedite: Corpose ombre
Mercoledì 14 Ottobre 2020
  Corpose ombre A volte di tristi pensier lampi affranto mio còr, molesti, van lacerando. Di smarriti sogni spesso beffardi... Leggi tutto...
Ricordo di Don Franco Perrone
Lunedì 13 Aprile 2020
    Ricordo di Don Franco Perrone Eri un ragazzino vivace, nei giochi tra noi, figli del popolo, al vicinato, curioso del mondo. Poi ci perdemmo... Leggi tutto...
Da Poesie Inedite: A La Carpinìta
Sabato 11 Aprile 2020
  A La Carpinìta Da lu pònti di li francìsi ‘na vijaréddhra va a la Carpinìta, e ijégu, già da quathràru, pi’nàvuthra... Leggi tutto...


CURIOSITA


Le “Latomìe” di Siracusa erano antiche cave di pietra, in seguito trasformate in prigione.

Si dice che il tiranno Dionisio (circa 430-367 a. C.) ascoltasse di nascosto i discorsi dei prigionieri

sfruttando la peculiare acustica d’una di quelle grotte, detta appunto per questo

“Orecchio di Dionisio”.


Lo Storico latino SVETONIO  racconta che GIULIO CESARE, ormai più che trentenne,

trovandosi a Cadice davanti ad una statua di Alessandro Magno,

si mise a piangere e a lamentarsi, prendendosela con se stesso e con la propria

inettitudine per non aver ancora combinato nulla ad un'età in cui

Alessandro aveva già conquistato mezzo mondo.

Ultimo aggiornamento (Martedì 10 Dicembre 2019 20:45)