Ultimi Commenti
  • Grazie! Grande articolo, non sempre si trovano per... Leggi...
    29.07.15 06:45
  • Gentilissimo prof Crea,vorrei contattarla per dell... Leggi...
    01.01.14 22:17
  • Sempre più sorprendente ...ancora una volta grazie... Leggi...
    21.11.13 15:58
  • gran bell'articolo, davvero interessante Leggi...
    20.12.09 10:58

In Bacheca

Mormanno e il suo dialetto (con filmato)
Venerdì 22 Agosto 2014
Mormanno e il suo dialetto Còsi cuséddrhi, canzùni, muttètti, dìtti, pruvèrbi: tùtta rròbba di Murumànnu. Presentato presso la Biblioteca... Leggi tutto...
Valdesi a Mormanno, in Calabria citra
Lunedì 21 Ottobre 2013
Introduzione Ringrazio di cuore l’Amico Saverio Napolitano 1, storico, per i suoi continui incoraggiamenti e la presentazione. Ringrazio per avermi... Leggi tutto...
Dante e la "Poesia dell'Ineffabile" nel Paradiso
Mercoledì 06 Giugno 2018
Dante e la  "Poesia dell'Ineffabile" nel Paradiso Tra le tante espressioni usate dai critici nel corso dei secoli per descrivere la straordinaria... Leggi tutto...
I BRETTII- Parte 2^
Martedì 15 Maggio 2018
I Brettii, nostri Progenitori (2^ parte) Brevi Note sul “De antiquitate et situ Calabriae”di Gabriele Barrio (Francica (VV), 1506 circa -... Leggi tutto...
I BRETTII, NOSTRI PROGENITORI
Sabato 07 Aprile 2018
    I Brettii, nostri Progenitori (1^ parte) Brevi Note sul “De antiquitate et situ Calabriae”di Gabriele Barrio (Francica (VV), 1506 circa... Leggi tutto...

 

All’Amico d’infanzia VITTORIO

 

(Tù ne quaèsierìs , scìre nefàs , quèm mihi, quèm tibi fìnem dì dederìnt, Lèuconoè , nèc Babylònios tèmptarìs numeròs.) (Orazio, Carmina, 1,11)

(Non domandare, Leuconoe - non è dato sapere – che destino gli dei hanno assegnato a me e a te, né consultare gli oroscopi.)

Quando la feral notizia via telefono è giunta , dei ricordi sull’onda copiose lacrime di getto son sgorgate, Amico.

Del solido giovanile quadrato(Li quàtthru di la chijàzza, Tu, io, Paolo e Pietro, così ci chiamavano) un lato d’un tratto s’è spezzato.

Tua nobile ma democratica famiglia subito ci accolse spesso nella Tua casa come Tuoi Amici e onorati sempre ne fummo.

In quegli anni ’50 sempre assieme, li pascùni alla casa di Procitta, la litturìna ogni mattina,le serate allo snack Bar, le scarrozzate in macchina, le vacanze a Scalea,  , le tante festicciole giovanili in allegria, i primi amori, quanti bei giorni fino ad oggi trascorsi in compagnia!.

Sul lavoro attento e con l’aria un po’ seriosa , sempre poi stemperata da cordial sorriso, tanti anni nel Comune insieme, sempre presente e cordiale con tutti io ti vedea.

Mi mancherai, Amico, ma nella mente sempre albergherà il ricordo di una vita trascorsa in vera rispettosa amicizia, che con indelebili immagini è impressa nel mio cuore.

Riposa in pace, caro Amico!

Ultimo aggiornamento (Venerdì 12 Gennaio 2018 19:46)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna