In Bacheca

MORMANNO - IL PASTIFICIO D'ALESSANDRO STORIA E MEMORIA
Mercoledì 21 Aprile 2021
EDIZIONE AGEMA S.P.A. MILANO - AGOSTO 2020 La ricerca descrive le varie vicende della mirabile vita di “Don Salvatore”, ripercorrendo la storia... Leggi tutto...
Mormanno (Murumannu) nei secoli XVII e XVIII
Lunedì 22 Marzo 2021
Mormanno (Murumannu) nei secoli XVII e XVIII Questa mia ricerca ripropone alcuni dei momenti cruciali nella storia d’Italia, della Calabria e... Leggi tutto...
Da Poesie inedite: Corpose ombre
Mercoledì 14 Ottobre 2020
  Corpose ombre A volte di tristi pensier lampi affranto mio còr, molesti, van lacerando. Di smarriti sogni spesso beffardi... Leggi tutto...
Ricordo di Don Franco Perrone
Lunedì 13 Aprile 2020
    Ricordo di Don Franco Perrone Eri un ragazzino vivace, nei giochi tra noi, figli del popolo, al vicinato, curioso del mondo. Poi ci perdemmo... Leggi tutto...
Da Poesie Inedite: A La Carpinìta
Sabato 11 Aprile 2020
  A La Carpinìta Da lu pònti di li francìsi ‘na vijaréddhra va a la Carpinìta, e ijégu, già da quathràru, pi’nàvuthra... Leggi tutto...

 

All’Amico d’infanzia VITTORIO

 

(Tù ne quaèsierìs , scìre nefàs , quèm mihi, quèm tibi fìnem dì dederìnt, Lèuconoè , nèc Babylònios tèmptarìs numeròs.) (Orazio, Carmina, 1,11)

(Non domandare, Leuconoe - non è dato sapere – che destino gli dei hanno assegnato a me e a te, né consultare gli oroscopi.)

Quando la feral notizia via telefono è giunta , dei ricordi sull’onda copiose lacrime di getto son sgorgate, Amico.

Del solido giovanile quadrato(Li quàtthru di la chijàzza, Tu, io, Paolo e Pietro, così ci chiamavano) un lato d’un tratto s’è spezzato.

Tua nobile ma democratica famiglia subito ci accolse spesso nella Tua casa come Tuoi Amici e onorati sempre ne fummo.

In quegli anni ’50 sempre assieme, li pascùni alla casa di Procitta, la litturìna ogni mattina,le serate allo snack Bar, le scarrozzate in macchina, le vacanze a Scalea,  , le tante festicciole giovanili in allegria, i primi amori, quanti bei giorni fino ad oggi trascorsi in compagnia!.

Sul lavoro attento e con l’aria un po’ seriosa , sempre poi stemperata da cordial sorriso, tanti anni nel Comune insieme, sempre presente e cordiale con tutti io ti vedea.

Mi mancherai, Amico, ma nella mente sempre albergherà il ricordo di una vita trascorsa in vera rispettosa amicizia, che con indelebili immagini è impressa nel mio cuore.

Riposa in pace, caro Amico!

Ultimo aggiornamento (Venerdì 12 Gennaio 2018 19:46)