Festa della Donna


Da Eva della vita l’ arcano

dono ereditasti e nel tuo sguardo,

dolce,

vivo é ancora il ricordo delle favole

ch’ogni nonna riaccende.

Che nell’etro lassù, come Dea,

Hostess serena ti libri,

o in casa il cibo che cuoce

lento

solerte vigili,

o se in Rete vai navigando,

o se casa e lavoro coniughi

indefessa,

o di tua bimba leggiadro crine

con nastro racconci,

inquieto e vago di sogni

il nostro animo di dolci

emozioni ognor ricolmi.

Grazie d'esistere, altra metà del Cielo!



Domenico  Crea

 

 

Ultimo aggiornamento (Giovedì 14 Marzo 2019 18:27)

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna